Una cucina solare da 700 W

Scritto da: -

Zimbawe1.jpg

Qualche mese fa ho annoverato la cucina solare tra le meraviglie dela sostenibilità. Si tratta di un dispositivo semplice  e robusto che permette di cucinare usando semplicemente l'energia del sole.

Il suo uso sarebbe fondamentale soprattutto in Africa, dove in alcuni luoghi il prelievo di legna da ardere sta iniziando a diventare insostenibile (vedi Con cosa si cucina la cena?).

Stimolato dai commenti di Oscar e Roberto a quel post ho fatto qualche ricerca ed ho trovato un modello di cucina solare assai più potente del modello portatile argentino da 175 W citato sopra.

La società tedesca EG solar realizza cucine solari con specchi parabolici orientabili da 1,1 e 1,4 m di diametro, con potenze rispettive di 450W e 700W. Nelle condizioni di insolazione dell'Africa, questo significa avere un rendimento del 50% circa.  Una simile cucina è in grado di  portare a ebollizione 3 litri di acqua rispettivamente in 40 e in 25 minuti (la cucina portatile argentina impiegherebbe invece circa un'ora e mezza per lo stesso risultato).

La foto qui sopra (tratta dal sito EG solar) mostra una di queste cucine in funzione in Zimbabwe (la posizione dello specchio è dovuta al fatto che lo Zimbabwe è a cavallo del tropico del capricorno, per cui il sole si trova in prossimità dello zenith per vari mesi all'anno).

Lo specchio parabolico fa convergere i raggi solari nel fuoco, dove si trova la pentola. Al di fuori della zona del fuoco non sussiste il rischio di ustioni o abbagliamenti. Per mescolare o assaggiare i cibi è comunque sempre possibile ruotare lo specchio, in modo da operare alla sua ombra.

cucina%20solare.jpgIl sito MedNat (in fondo alla pagina) segnala la possibilità  di offrire una di queste cucine a qualche villaggio africano.

La cucina è anche in vendita on line sia qui che qui. Non è esattamente chiaro qualse sia il prezzo, dal momento che i siti italiani propongono valori che vanno da 160€ a 300€, mentre il sito di EG solar indica un costo di 315 €.

Si tratta naturalmente di costi insostenibili per gli africani. Una cucina simile potrebbe però essere autocostruita direttamente in Africa da carpentieri metallici con un minimo di esperienza. Il supporto è semplice e lo specchio è costituito da tanti spicchi in alluminio, di non difficile realizzazione se si ha a disposizione una dima. Qui è possibile trovare le istruzioni per autocostruirsi un modello semplificato di cucina solare.

 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!