Milano-Bologna a meno di 100 km/h: passo verso la sostenibilità

Scritto da: -

Viaggiare a 100 km/h in autostrada riduce molto i consumi e non allunga di molto i tempi di percorrenza. La guida è più rilassata e si arriva a destinazione meno stanchi. Una piccola decrescita che farebbe bene a tutti.

Autostrada Milano Bologna.jpg Ogni tanto devo recarmi a Bologna per il dottorato. Quando gli orari e gli impegni me lo consentono, viaggio in treno, altrimenti in automobile. Per questo ho iniziato a sperimentare un viaggio autostradale a bassa velocità, intorno ai 100 km/h. E’ un’esperienza che dovrebbero provare tutti.

Il risparmio energetico è notevole: 15 km con un litro a 105 km/h e 20 km con un litro a 95 km/h  (1).  Indicativamente penso che viaggiando a 95 km/h i consumi siano circa la metà che a 130 km/h; quanto prima raccoglierò i dati.

Quanto tempo si impiega a viaggiare lenti? La tratta MI-BO da casello a casello viene percorsa  in poco meno di due ore a 95 km/h e in un’ora e 25 minuti a 130 km/h, sempre che si riesca a tenere una media di 130, fatto piuttosto improbabile se c’è appena un po’ di traffico.

Metà consumi per mezz’ora di viaggio in più è dal mio punto di vista uno scambio assai conveniente, anche perchè il risparmio di mezz’ora è un “bene” difficilmente valutabile. Avrei potuto dormire mezz’ora in più e andare a letto mezz’ora più tardi la sera prima, ma avrei fatto ben poco di memorabile in quello scampolo di tempo.

La guida è rilassata a 95 all’ora, sembra di avere tra le mani il timone di una barca piuttosto che il volante di un’automobile e si arriva a destinazione molto meno stanchi. Ho compiuto tragitto all’andata e al ritorno senza mai aver avuto bisogno di frenare una sola volta, quindi non ho perso nemmeno un joule di energia cinetica.

In condizioni di traffico normale è possibile viaggiare sulla corsia centrale dell’autostrada (il limite minimo di velocità è 90 km/h), perchè le auto più veloci non hanno difficoltà a sorpassare sulla corsia di sinistra. Si viaggia leggermente più veloci dei TIR, per cui non c’è problema.

Ridurre ulteriormente la velocità risulta problematico per la sicurezza perchè occorrerebbe stare sulla corsia di destra tra i TIR, rischiando di dover essere superati da questi mostri della strada.

Non si tratta di un viaggio sostenibile, perchè siamo sempre nel mondo dei fossili, ma almeno è un passo verso la sostenibilità. Vivere con lentezza fa meglio all’ambiente e anche alla nostra vita.

(1) Si tratta delle velocità indicate dal tachimetro. Le velocità reali sono circa 5 km/h. L’ auto  è una Tata Indica 1.4 benzina. Niente GPL?  No, perchè si tratta di un regalo di famiglia su cui non ho avuto possibilità di scelta.

LINK UTILI:
Giornata della lentezza, vivere con calma per vivere meglio

L’arte del vivere con lentezza

Limiti di velocità: un limitatore di serie a bordo delle auto

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!