Diciamolo a Monti: l'energia muove il mondo, non il denaro

Scritto da: -

Tutti i processi fisici, comprese le nostre vite, sono governate dagi scambi di energia e non dal denaro, pura convenzione culturale che riflette i rapporti di potere tra gli umani , ma non cambia i nostri rapporti con l'ambiente.

Monti dracula carnevale.jpg

Cosa fa muovere il mondo? Se qualcuno risponde: “il denaro”, allora fa parte della (purtroppo folta) schiera dei metafisici. Eppure, anche uno scolaretto sa che tutti i cambiamenti della realtà fisica sono dovuti a trasformazioni energetiche.  A volte occorre ripetere ovvietà lapalissiane.

Il denaro è una convenzione culturale, che riflette semplicemente i rapporti di potere all’interno delle società umane e la conseguente priorità nell’accesso all’energia.

A chi ha il denaro viene riconosciuto il potere di usare l’energia per gli scopi che preferisce, compreso quello di devastare il pianeta per cercare gli ultimi scampoli delle fonti fossili.

Il denaro però non può creare l’energia dove non c’è, o pagarsi un flusso più abbondante di quello determinato dalla geologia. Nessuna manovra di ingegneria finanziaria può, di per sè, ridurre la nostra dipendenza dall’estero per l’energia, alimentare e non alimentare.

L’elenco delle cose da fare non è nuovo, ma si sa che repetita iuvant

  • Promuovere al massimo le energie rinnovabili: ha senso ridurre gli incentivi nel tempo, ma con moderazione e soprattutto senza cambiare le carte in gioco;
  • Risparmio energetico e riduzione dei consumi “futili”;
  • recupero dei materiali (chiamati impropriamentre “rifiuti”)
  • privilegiare tutte le attività labour intensive che danno più occupazione e sono meno energivore (agricoltura compresa)
  • moratoria pluriennale su tutte le “grandi opere” che consumano energia e devastano l’ambiente
  • difendere il territorio fertile e tornare a coltivare le terre marginali
  • sostenere la ricerca scientifica e tecnologica che possa migliorare le attività dei punti precedenti

Prima ci si muove  e maggiore è la libertà di manovra; più tempo ci si gingilla a salvare banche e licenziare lavoratori e meno opzioni ci saranno.

[L’immagine di Monti-Dracula proviene da un carro allegorico del carnevale]

Link utili

I miei post sulla decrescita

Italia: dalla recessione alla sostenibilità

Cosa vuol dire recessione

La recessione, di Pier Paolo Pasolini

L’industria del riciclo ci salverà dalla crisi economica

Vota l'articolo:
3.81 su 5.00 basato su 27 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ecoalfabeta.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano